Nuovi film videoludici all’orizzonte

Mentre in questi giorni furoreggia nelle multisala di tutto il mondo il film di Prince of Persia, in quel di Hollywood si rincorrono voci di parecchie novità su quel che ci aspetta nei mesi a venire, almeno per quel che riguarda il binomio cinema-videogiochi. È di questi giorni la notizia che Legendary Pictures avrebbe comprato i diritti per il film … Continua a leggere

Humble Indie Bundle, il prezzo lo fai tu!

Quanto siete disposti a pagare non per uno, non per due, ma per sei videogiochi indipendenti? Che ne dite se il prezzo lo decideste voi? Un centesimo, un dollaro, dieci dollari: a voi la scelta! È questo il nocciolo dell’iniziativa Humble Indie Bundle di Wolfire, che permette di acquistare al prezzo stabilito dall’acquirente sei ottimi titoli indipendenti, produzioni a basso … Continua a leggere

Per una vita in più

Cosa non si fa per avere una vita in più (il classico 1UP) nei videogiochi? Di tutto, di più. Questi cinque simpatici ragazzi compongono un gruppo musicale. Il loro nome è “The OneUps“, che brutalmente e un po’ impropriamente potrebbe essere tradotto in “Gli Una Vita in Più”. Ebbene, i giovincelli fanno una cosa molto bella, vale a dire riadattano … Continua a leggere

Quanto era avanti Robotech!

Il futuro dei videogiochi… come giocheremo tra vent’anni? Domanda lecita. La stessa che si sono posti nel lontano 1983 gli autori della serie a cartoni animati Robotech. Nota in Giappone come Macross, le tre serie hanno avuto un successo planetario tale che ancora adesso esistono numerosi gruppi di appassionati che ne parlano in ogni angolo del web. Ad ogni modo, … Continua a leggere

Gli scout d’America si danno ai videogiochi

Le attività degli scout si svolgono principalmente all’aria aperta, tra boschi e sentieri, giochi e avventure. Ma anche loro, come il resto del mondo, devono fare i conti con i videogiochi. E si adeguano. Tra le numerose “specialità” che i giovani esploratori americani possono ambire a conquistare, a riconoscimento di un impegno particolare o per essere riusciti a diventare esperti … Continua a leggere

Vestirsi (sexy) con i videogiochi

Ah, come ci piace la moda videoludica. Ogni tanto è bello sbirciare dal buco della serratura e osservare cosa accade quando videogioco e arte del vestirsi si incontrano in un unico capo. In effetti, basta cercare un po’ in giro per trovare cose entusiasmanti. Perle che un po’ tutti i maschietti appassionati di videogiochi vorrebbero vedere indossate dalle proprie compagne. … Continua a leggere

Pesce d’aprile 2010

Il primo d’aprile è sempre stato il giorno degli scherzi: da qualche anno a questa parte è diventato un appuntamento fisso per i siti di notizie e per le industrie in generale, che in quel giorno di divertono a pubblicare articoli fasulli, ad annunciare prodotti improbabili, a fare a gara a chi la spara più grossa. Il risultato di questo … Continua a leggere

L’Australia invasa dagli zombie

L’Australia ha un problema. E no, non sono i morti viventi, quanto piuttosto l’assenza di una classificazione 18+ per i videogiochi. Questo impedisce di fatto la vendita di prodotti giudicati troppo violenti per un pubblico di ragazzini di 15 anni, che vengono quindi automaticamente messi al bando. Come potete immaginare, i videogiocatori adulti, che vorrebbero potersi divertire con prodotti horror … Continua a leggere

Videogiochi in biblioteca per attirare i giovani

Segnaliamo quest’oggi l‘interessante iniziativa della biblioteca pubblica di Toronto, in Canada, che ha richiesto formalmente 300mila dollari allo Stato per aprire una sezione dedicata ai videogiochi. Dice il consigliere cittadino della metropoli canadese: “potrebbe essere l’unico modo per convincere un giovane a entrare in una biblioteca. Questa iniziativa può servire ad attrarre le persone. Una volta dentro, potete star sicuri … Continua a leggere

A me gli occhi!

Alcuni studenti di ingegneria di Londra hanno sviluppato un controller che consente di giocare con gli occhi, aprendo la strada a possibili sviluppi futuri che consentano di videogiocare anche a persone con gravi disabilità fisiche. Un risultato non da poco che arriva dall’Imperial College di Londra, dove alcuni studenti hanno realizzato un paio di occhiali con luci infrarosse e una … Continua a leggere